martedì 3 agosto 2010

Granata: "Infiltrazioni mafiose nelle Regioni"

ROMA - E' stato "violato il codice etico Antimafia" perché "alcuni partiti e alcuni candidati alla Presidenza delle Regioni non hanno vigilato come era richiesto e doveroso". Lo sostiene il vicePresidente della commissione Antimafia Fabio Grranata che annuncia: "alla ripresa riferiremo alle Camere".

"Nonostante la condivisione teorica al codice etico promosso dalla commissione Antimafia, sia tra le candidature che tra gli eletti - spiega il finiano - ci sono infiltrazioni e zone d'ombra. Nonstante la carente collaborazione delle Prefetture stiamo ricomponendo il quadro e riferiremo alle Camere. La politica rompa ogni ambiguità nella lotta alla mafia".

repubblica.it

Nessun commento: