martedì 8 giugno 2010

Calderoli, il moralista

I parlamentari maturano il diritto alla pensione dopo soli due anni e mezzo, in cui non hanno neppure l'obbligo di presenza alla Camera o al Senato. Parliamo pure degli stipendi dei calciatori, che a differenza dei parlamentari non sono pagati dalle nostre tasse, prima però aboliamo le pensioni baby con effetto retroattivo a tutti i parlamentari. E' d'accordo, Calderoli?

"Il "Porcellum" Calderoli, ha per l'ennesima volta dato fiato al suo alito...sparando minchiate a più non posso. Secono il nostro "Ministro della semplificazione cerebrale" bisognerebbe diminuire stipendi e compensi ai calciatori, causa crisi. Qualcuno dovrebbe dire al nostro ministro che i calciatori non sono pagati dallo Stato, pertanto non aggraviano sul deficit pubblico come la sua auto BLU o il suoi pranzetti...paradossalmente calare i compensi sui calciatori (su cui pagano regolarmente le tasse), porterebbe meno soldi nelle casse dello Stato". Massimiliano P., Bologna

beppegrillo.it

Nessun commento: