lunedì 21 giugno 2010

Brancher, ottima scelta di Governo coerente

di Dario Campolo

A parte il fatto che con la scusa dei Mondiali gli Italiani sono completamente sordi e ciechi ma anche se non ci fossero stati, forse solo lo 0,5% si sarebbero scandalizzati alla promozione di Aldo Brancher a Ministro per l'attuazione di programma per il Federalismo.
Parliamoci chiaro, bastavano già Bossi e Calderoli a tutela del federalismo, e poi con la manovra "lacrime e sangue" in corso voluta da Tremonti per via della crisi mi sembra eccessivo creare un ministero ad "Hoc", certo mi si verrà a dire una goccia nel mare ma così può valere per altre "n" cose volute da Temonti o NO?
E poi, vogliamo dimenticare che è sotto processo Aldo Brancher? A giorni dovrà presentarsi presso il Tribunale di Milano se non erro, e la domanda che mi sorge spontanea è:

il Neo Ministro Brancher si avvarrà del "legittimo impedimento"?
Una cosa è certa, non si può negare la coerenza a Silvio Berlusconi.

Lo sapremo nei prossimi giorni, meditate sempre cari Italiani......

di seguito un post tratto dal blog di Grillo:

Brancher, il ministro con il curriculum

Il curriculum del neo ministro del Federalismo Aldo Brancher è perfetto per il Governo Berlusconi (suo ex datore di lavoro) e una speranza per ogni italiano. Anche un ex galeotto può ambire a diventare ministro della Repubblica."Detenuto per 3 mesi nel carcere di San Vittore, fu uno dei pochissimi inquisiti di Mani pulite a ricevere solidarietà dall'ambiente esterno: lo rivelò il suo datore di lavoro Silvio Berlusconi raccontando che "quando il nostro collaboratore Brancher era a San Vittore, io e Confalonieri giravamo intorno al carcere in automobile: volevamo metterci in comunicazione con lui". Scarcerato per decorrenza dei termini di custodia cautelare, è stato condannato con giudizio di primo grado e in appello per falso in bilancio e finanziamento illecito al Partito Socialista Italiano. Brancher viene assolto in Cassazione grazie alla prescrizione per il secondo reato e alla depenalizzazione del primo da parte del governo Berlusconi, del quale faceva parte.
Viene indagato a Milano per ricettazione nell’indagine sullo scandalo della Banca Antonveneta e la scalata di Gianpiero Fiorani all’istituto creditizio: la Procura ha rintracciato, presso la Banca Popolare di Lodi, un conto intestato alla moglie di Brancher con un affidamento e una plusvalenza sicura di 300mila euro in due anni". da Wikipedia.
La nomina consentirà a Brancher di non presenziare il 26 giugno all'udienza del processo della Banca Antonveneta in cui è indagato per appropriazione indebita. Si tratta sicuramente di una coincidenza.

Fonte: beppegrillo.it

Nessun commento: