martedì 9 marzo 2010

Tutto quello che amo fare è immorale o illegale


di Dario Campolo

Come dice il ritornello di una canzone rap: "Tutto quello che amo fare è immorale o illegale", io aggiungo un ma, perché se fino a ieri nelle canzoni si poteva fare un testo del genere per ironizzare sul cosa non si può fare, oggi è tutto permesso o quasi.

La democrazia è stata stuprata violentemente da questo governo in carica più volte, anche arrogantemente e con ignoranza, basti pensare al lodo Alfano bocciato dalla consulta in quanto anticostituzionale, e ancora la legge di questi giorni per salvare le liste Pdl presentate in ritardo che, notizia di ieri , il Tar ha bocciato in quanto non applicabile nella regione Lazio.

INCAPACI, questa è la verità, come dice il Fatto: LADRI E IGNORANTI, d'altronde basta pensare che Berlusconi si è salvato dai processi a suo carico con prescirizoni e sospensioni dovute a lodi vari e legittimi impedimenti, quindi questo fa capire perché il Paese è perennemente in queste condizioni precarie e critiche.

Entro giovedì tutto il senato sarà impegnato al legittimo impedimento, altra legge da approvare immediatamente, sempre e solo per il nostro RE SILVIO, non dimentichiamoci che ci sono vari processi in corso, Mediaset, Mills, stragi di mafia degli anni 90 etcc....., fate voi!!!

A questo punto, se "tutto quello che amo fare è immorale o illegale" non è più: "amo fare" ma grazie al Governo Berlusconi è:

"Tutto quello che posso oggi fare è immorale e illegale".

Buona giornata.

Nessun commento: