giovedì 25 marzo 2010

Tangenti Milano, Prosperini tenta il suicidio in casa

Pier Gianni Prosperini, l'ex assessore regionale lombardo agli arresti domiciliari per una vicenda di tangenti, ha tentato il suicidio nella propria abitazione milanese in corso Garibaldi, stamattina intorno alle 8, ferendosi ai polsi e alle gambe con un tagliacarte. La moglie se ne è accorta e ha chiesto l'intervento del 118: l'esponente del Pdl è stato trasportato in codice verde all'ospedale San Paolo e non è in pericolo di vita.

Secondo quanto riferito dalla polizia, intervenuta dopo essere stata allertata dal 118, l'ex assessore regionale stava scrivendo delle lettere indirizzate alla figlia e alla moglie il cui contenuto non è ancora noto. Secondo gli inquirenti potrebbe trattarsi di un gesto dimostrativo. Sono in corso gli accertamenti per capire la dinamica e la volontà dell'uomo.

repubblica.it

Nessun commento: