venerdì 26 marzo 2010

Questo è


di Dario Campolo

Siamo agli sgoccioli, da stasera non sentiremo più nulla di politica fino a Lunedì 29 Marzo 2010, ovviamente se tutti rispetteranno la par condicio, SPERIAMO...

Anche io concludo questa settimana caliente con un pensiero.

Chi, come tanti ha sofferto conoscendo il "CANCRO" non può che non essere rimasto tremendamente nauseato dalla battuta di BASSO PROFILO fatta dal nostro Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi davanti a milioni di suoi sostenitori: "Nei tre anni di governo che mancano alla fine della legislatura «vogliamo anche vincere il cancro».

Che dire,
VERGOGNA!!!
Con il CANCRO non si scherza.

di seguito una lettera scritta ad un blog di repubblica molto toccante,
buon voto a tutti.

BERLUSCONI e il CANCRO

Da ieri sono molto preoccupata. Mi sono appena operata di cancro, e allora quando dalla piazza Berlusconi ha detto "votateci, che sconfiggeremo il cancro", sono entrata in crisi: detesto la volgarità del berlusconismo – e qui parlo solo di cultura, tralascio la politica e gli affari – però, santo cielo, con quella promessa…

Poi però la crisi è diventata ancora più profonda: accidenti, se anche questa promessa da premier di Silvio Berlusconi diventerà realtà come tutte le altre che ha fatto, allora siamo veramente rovinati. E non ho passato una bella domenica.

Caro cavaliere, lasci stare le cose molto serie. Certo, il suo è un repertorio logoro, ma i coretti e le battute sono ancora le cose che le riescono meglio.


blog di repubblica.it



Nessun commento: