lunedì 15 febbraio 2010

Camera, stralciata la norma sulla Protezione Civile spa

ROMA - Dopo la bufera sollevata dalle inchieste, la maggioranza e il governo si preparano a stralciare l'articolo 16 del decreto che punta alla riorganizzazione e al riordino della Protezione civile. E cioè quello che prevede la trasformazione in spa. Ad annunciarlo, a margine di un incontro che si è svolto nel pomeriggio alla Luiss, il presidente della Camera Gianfranco Fini. Mentre si allontana in aula, raggiunto dai giornalisti, risponde alle sollecitazioni sul provvedimento dicendo che una delle norme verrà eliminata. E che quindi il ddl "verrà completamente depotenziato".

E sempre oggi sul caso Protezione civile si era espresso anche Umberto Bossi: "Abbiamo una bella Protezione civile con migliaia di persone aveva detto - non deve diventare una Spa, non deve sparire".

Ma la retromarcia governativa fa nascere dei dubbi nell'Idv. Il partito di Di Pietro saluta come 'benvenuta' la possibile frenata ma, tramite Silvana Mura, si chiede: "Che cosa sarebbe accaduto se nel frattempo non fosse scoppiato lo scandalo dell'inchiesta che coinvolge proprio la protezione civile?". "E' grave - continua la parlamentare - che un provvedimento, in particolare quando è emanato con la decretazione d'urgenza, diventi improvvisamente inopportuno perché nel frattempo sono stati scoperti degli altarini. Ancora una volta il governo Berlusconi viene pescato con le mani nella marmellata mentre tenta di far passare norme opache, speriamo che almeno in questa occasione ci sia un ripensamento da parte della maggioranza che porti ad accantonare definitivamente il decreto".

repubblica.it

Nessun commento: