mercoledì 24 febbraio 2010

Berlusconi, "Barbarie intercettazioni"

di Dario Campolo

E' evidente che il nostro premier vuole sopprimere le intercettazioni e tutte le azioni utili a prendere in fallo i suoi compari.

Comunque sia è arrivato alla frutta, è palese che in Italia siamo alla vigilia di una nuova tangentopoli, si teme un crollo di tutto il sistema politico, e io ci aggiungo magari.

Non dimenticate che domani la cassazione emanerà il verdetto finale su Mills, e se risultasse colpevole anche questa volta ci sarà da ridere visto che siamo al terzo e ultimo livello di giudizio, dicesi cassazione.

Italiani, Sveglia.


Nessun commento: