giovedì 21 gennaio 2010

VERGOGNA

di Dario Campolo

Veline, lettere e messagi di attentati in corso di preparazione o falliti ci portano indietro di anni rammentandoci i momenti bui in cui Chinnici, Cassarà, Falcone, Borsellino, Dalla Chiesa, Montana, Terranova, Costa, Giuliano, La Torre, Scaglione, Livatino e altri ancora vivevano nel peggiore di modi e cioè come "morti che camminano", così diceva Paolo Borsellino ricordando le parole di Ninnì Cassarà.

A raffica riaffiorano gli stessi metodi, prima la preparazione all'attentato nei confronti di Ingroia, poi Lari, adesso Tona e Crocetta e chissà quanto ancora Dia e addetti ai lavori sanno ma non dicono, giustamente.

Ma non è che c'è una trattativa in corso? Secondo me i messaggi ci sono e anche le risposte.

Certo il messaggio di Maroni contro la Mafia è forte però bisogna fare molta attenzione perché non tutto è così limpido come sembra, ma questa è un'altra storia.

Processo Breve in dirittura d'arrivo e questo è una delle tante modifiche che il Premier si accinge a fare alla nostra giustizia,

la mia risposta è VERGOGNA!!!

Quest'uomo che si ritiene tanto forte, prima di Natale disse che sarebbe andato in tribunale a spiegare ai Giudici la sua verità, ovviamente con molta arroganza riguardo ad uno dei suoi processi a carico, ecco la risposta è stata l'altro ieri al processo Mediaset che vedeva la sua presenza in tribunale concordata mesi prima, c'erano i suoi avvocati ma lui no.

NO COMMENT.

Da Cittadino Italiano esprimo la mia più indignazione verso questo Presidente del Consiglio che ha paura ed evita con ogni mezzo il TRIBUNALE e i GIUDICI. Ma allora mi chiedo se è in grado di affrontare i problemi del paese vista la sua forte e presunta Vigliaccheria.

Bè, (come le pecore, perché questo siamo) a questo punto vista la situazione del paese dal punto di vista economico, lavorativo e sociale il primo problema da risolvere per Berlusconi è giustamente il Processo Breve, nei prossimi giorni avremmo gli altri.

Vergogna.

Nessun commento: