giovedì 21 gennaio 2010

Napolitano, tensione in Calabria - Un'auto con bombe e armi sul tragitto

REGGIO CALABRIA - Una Fiat Marea rubata con due fucili a pompa, due pistole, due ordigni rudimentali, una tanica di benzina e tre passamontagna è stata trovata a via Lavagnini, nella frazione Ravagnese di Reggio Calabria, a 150 metri dall'aeroporto, sul tragitto che doveva seguire il presidente della Repubblica durante la sua visita a Reggio Calabria. Nella zona sono già in azione gli artificieri. Sono stati i Ros a trovarla, durante un'opera di bonifica in vista del passaggio del capo dello Stato.

La circostanza non sarebbe in relazione con la visita di Napolitano: anzi, proprio in seguito alla presenza della polizia, l'auto è stata abbandonata dagli occupanti. Ma è comunque un segno della opprimente presenza della cosche nel Reggino, con un controllo che va da Gioia Tauro alla Locride, passando per Reggio, ferita lo scorso 3 gennaio dall'attentato alla Procura. Ma non si esclude che il ritrovamento dell'auto sia un segno di potere che la 'ndrangheta vuole dare, nel giorno della visita del presidente della Repubblica. La scoperta è stata fatta mentre il presidente della Repubblica stava partendo dopo aver partecipato alla Giornata della legalità. Napolitano è comunque riuscito a partire.

repubblica.it

Nessun commento: