giovedì 10 dicembre 2009

La mia risposta al Ministro Alfano

di Dario Campolo

Carissimo ministro,

chi le scrive è un semplice cittadino indignato per le parole da Lei dette nella giornata di ieri sulla frequentazione di convegni e trasmissioni televisive da parte dei magistrati. Ecco, indignato è poco, perché non posso esprimere sinceramene ciò che penso, potrei offendere qualcuno, ma lasci che le dica un paio di cose:

1) Dalla Chiesa, Falcone, Borsellino e tanti altri ancora ci hanno insegnato che nelle scuole, nelle convention e nelle trasmissioni televisive è fondamentale parteciparvi perchè è utile all'insegnamento della legalità, apprendendo nello stesso tempo (da persone di mestiere come i magistrati) come fronteggiare il fenomeno e metodo mafioso così come per qualsiasi altra organizzazione criminale, aiutando così il cittadino a capire e ad emarginare il problema, cancellando l'omertà, la paura e soprattutto trasmettendo fiducia nelle istituzioni adibite a tale scopo.

2) Piuttosto, Ministro, mi appellerei ai politici nel fare attenzione alle frequentazioni non del tutto limpide e chiare che gli stessi hanno.

3) La mia migliore risposta, carissimo Ministro, sa qual'è? Un frammento video della lezione (una delle tante) che il Procuratore Aggiunto di Palermo Paolo Borsellino fece il 26 maggio 1989 a Bassano del Grappa, con oggetto dell'incontro: "CONTIGUITÀ' MAFIA-POLITICA".

Buona Visione Ministro Alfano.





Nessun commento: