lunedì 2 novembre 2009

Ultime dalla contestazione a Gasparri

E' appena uscita un'agenzia secondo la quale Leo Nodari, l'organizzatore del premio per la legalità Paolo Borsellino, è stato aggredito: Informare Per Resistere ha sentito Helene Benedetti, che è in questo momento davanti al palazzo della provincia di Pescara la quale ha smentito categoricamente tale notizia.

Helene ed un altro gruppo di persone hanno cercato di presenziare come liberi cittadini "portatori delle agende rosse" alla manifestazione, ma dapprima gli è stato negato l'accesso con la motivazione che i posti a sedere erano esauriti, affermazione falsa secondo le nostre fonti, e poi con la scusante che Leo Nodari ha subito un'aggressione: Helene smentisce categoricamente che ciò sia avvenuto.

Helene ci racconta inoltre che quello che doveva essere un premio a Borsellino si è in realtà rivelato essere un comizio politico contro la sinistra e contro Di Pietro al quale sta presenziando anche Gasparri.


fonte : Informare Per Resistere

Riportiamo di seguito il comunicato di agenzia al quale si fa riferimento nella nostra di cui sopra.

L'organizzatore del premio per la legalita' Paolo Borsellino, in corso di svolgimento a Pescara, e' stato aggredito stamani alle spalle del palazzo della Provincia mentre era in attesa dell'arrivo del sen. Maurizio Gasparri. Leo Nodari, dell'associazione Societa' Civile, e' stato colpito in testa ed e' stato subito soccorso dalla polizia che si trovava a pochi passi da lui. Nel frattempo davanti alla Provincia e' i corso una manifestazione promossa dagli amici di Beppe Grillo e alla quale stanno partecipando anche alcuni esponenti di Rifondazione comunista. Nodari ha detto che non si fara' intimidire e che "la manifestazione va avanti. La verita' sui temi della legalita' di cui si discute in questi giorni deve venire fuori - ha aggiunto - anche perche' la legalita' non appartiene a nessun colore politico".

Fonte Agi

Abbiamo notizia di parole gravemente offensive che il senatore Gasparri avrebbe pronunciato nei miei confronti nel corso del suo intervento al "Premio Borsellino". Ci riserviamo di esaminare la registrazione dell'intervento per verificare quali siano state le parole pronunciate e valutare eventuali azioni legali da intraprendere nel caso quanto mi è stato riferito sia effettivamente avvenuto, eventualità che riteniamo possibile ed in sintonia con la personalità dell'autore dell'intervento e che riteniamo gravissima soprattutto se riferita all'ambito in cui sarebbe avvenuta.

Salvatore Borsellino

Nessun commento: