venerdì 16 ottobre 2009

Palermo, ecco il "papello" con le richieste mafiose

PALERMO - Ecco il papello, la lista delle richieste che i corleonesi fecero allo Stato per mettere fine alle stragi, dopo Capaci e prima di Borsellino. Lo ha consegnato ai magistrati da Massimo Ciancimino, figlio di Vito, ex sindaco della città inquisito per mafia.

Nella lista, sicuramente ispirata da Totò Riina, ma scritta da uno dei figli o dal boss Antonino Cinà, ci sono tutte le richieste dei mafiosi.

Eccole. 1) revisione sentenza del maxiprocesso; 2) annullamento decreto legge 41 bis; 3) revisione legge Rognoni-La Torre; 4) Riforma legge pentiti; 5) riconoscimento benefici dissociati (Brigate rosse) per condannati di mafia; 6) arresti domiciliati dopo i 70 anni di età; 7) chiusura delle supercarceri; 8) carcerazioni vicino le case dei familiari; 9) niente censura posta familiari; 10) misure di prevenzione e sequestro: non familiari; 11) arresto solo in flagranza (nel testo fragranza) di reato; 12) levare tasse dei carburanti come Aosta.

Ieri l'espresso aveva pubblicato un lungo reportage con gli appunti del "papello", scritti da Vito Ciancimino.

da repubblica.it

Nessun commento: