lunedì 12 ottobre 2009

Da Dell’Utri a Fondi, il senso del governo per Cosa Nostra

Certo, il premier l’ha ripetuto anche ieri a Milano: «Nessuno ha fatto tanto come noi nella lotta alla mafia». Una litania, come tante, come quasi tutte. Poi i fatti. Per quello che sono I tagli alla sicurezza, per esempio. E poi una serie di punti oscuri piantati dentro Palazzo Chigi. A partire dal caso Fondi. Sul cui scioglimento per infiltrazione mafiosa ci sono tonnellate di carte chiarissime. Messe una sull’altra da un prefetto - Bruno Frattasi - che conduce questa battaglia contro il mulino a vento di un ripetuto «no, non si scioglie» imposto dal governo. In verità il ministro Maroni qualche timido tentativo per imporsi l’ha fatto. Prendendo impegni che però gli altri ministri - e il premier - gli hanno perentoriamente smontato. Intoccabile, Fondi. Con il suo sistema di voti e di potere. E di protervia. La stessa che ha multato la manifestazione antimafia di sabato: mille euro per sosta abusiva. E chi vuol capire capisca.

D’altronde l’andazzo è chiaro se c’è un sottosegretario - Nicola Cosentino - indicato da quattro pentiti come interfaccia dei Casalesi eppure tranquillo al suo posto. Ed è ancora più chiaro quando - è appena successo - la requisitoria di un pg dice tondo tondo che Mangano era «il simbolo della tutela da parte della mafia a Berlusconi».E questo restacomeunsibilo nel frastuono dell’indifferenza. Certo, accuse tutte da provare definitivamente quelle del processo a Marcello Dell’Utri: il giudizio di primo grado che ha condannato il senatore Pdl a9anni per concorso esterno in associazione mafiosa non basta. E però qualcosa non torna. Se invece di cercare la verità sulle stragi si cerca di processare le procure che quella verità la cercano ancora. Se invece di sostenere i giudici li si indica come sobillatori. Fini nelle scorse settimane ha detto parole chiare, il suo collega Schifani non ha apprezzato affatto. Il senso per la lotta alla mafia nel Pdl è poco chiaro. Anzi, pochissimo.

da l'unità.it

Nessun commento: