mercoledì 10 giugno 2009

Rita Borsellino:Lavorero' affinche' la ricerca della verita' sulle stragi diventi patrimonio europe

di Lorenzo Baldo

La tua elezione al Parlamento Europeo rappresenta una grande vittoria per l'Italia onesta e per la lotta alla mafia.

E' un risultato veramente importante anche perché questo è stato un voto libero dove ognuno ha scelto in maniera autonoma. E in Sicilia questo avviene raramente.

Le persone mi conoscono ormai da 17 anni e hanno compreso che l'essere stata, mio malgrado, una sorta di “simbolo” della lotta alla mafia, si è trasformato nel tempo in un vero e proprio progetto radicato nel territorio. In questi anni la gente ha apprezzato l'attività che ho svolto e che svolgo quotidianamente. Ed io credo che sia stata premiata proprio quell'attività.
La mafia si batte se la Sicilia cresce dal punto di vista culturale, dal punto di vista dello sviluppo e soprattutto dal punto di vista dell'impegno e della coerenza personale. E su questo fronte io proseguirò il mio impegno in Europa.

Come sarà questo ponte tra la Sicilia e Strasburgo?

Sarà un ponte fatto non soltanto di cultura, ma anche di economia, di sviluppo e di futuro. Un ponte che da Strasburgo unirà realmente la Sicilia.
Io non porterò la mia terra a elemosinare qualche briciola all'Europa. Porterò una Sicilia capace di dare un grande contributo con tutte le sue potenzialità e tutte le sue capacità.
Una Sicilia capace di diventare strumento per l'Europa per una crescita collettiva che vada oltre il bacino del Mediterraneo. Ma questo non sarebbe possibile se non sapessi di avere accanto a me tutte le persone che mi hanno dato fiducia, che io non lascerò e che non mi lasceranno.

Recentemente hai dichiarato che dall’Europa cercherai di tenere alta l'attenzione sui “buchi neri” delle stragi del '92 e del '93.

Andando a Strasburgo attirerò e concentrerò l'attenzione dell'Europa su ciò che è accaduto in Sicilia e nel resto d'Italia soprattutto nel '92 e nel '93. Ci sono troppi lati oscuri sulle stragi del '92 e del '93. In un paese come l'Italia, che a tutti gli effetti fa parte dell'Europa, non possono restare questi lati oscuri riservati soltanto all'attenzione o alla disattenzione italiana. La ricerca della verità deve diventare patrimonio europeo. Ed io farò tutto ciò che è nelle mie forze e nelle mie possibilità per realizzarlo.

da antimafiaduemila.com

Nessun commento: