mercoledì 10 giugno 2009

Pm interroga Ciancimino su contatti con Ior

Palermo - Il pm di Roma, Luca Tescaroli, ha interrogato per oltre quattro ore il dichiarante Massimo Ciancimino, figlio di Vito, il sindaco mafioso di Palermo, nell'ambito dell'inchiesta sulla morte di Roberto Calvi.

La citazione è stata determinata dall'intervista che Ciancimino jr ha fatto nel libro 'Vaticano spa' di Gianluigi Nuzzi, in cui parla dei rapporti fra il padre ed esponenti dello Ior. Si tratta di una nuova inchiesta che Tescaroli sta coordinando sull'omicidio Calvi. Da quanto si apprende, l'indagine punta anche sulla massoneria deviata che avrebbe avuto un ruolo in questo delitto. Massimo Ciancimino avrebbe approfondito rapporti tra suo padre e alcuni prelati e funzionari della banca dello Ior, dove l'ex sindaco aveva alcune cassette di sicurezza e conti correnti intestati a prestanome. E proprio da questi conti, secondo quanto sarebbe stato ricostruito dal dichiarante, sarebbero state dirottate somme di denaro a beneficio di Provenzano e Riina. Il dato era già emerso nell'intervista di Nuzzi e pubblicata sul libro "Vaticano spa". La procura di Roma starebbe ricostruendo i rapporti che Vito Ciancimino aveva con esponenti della massoneria, come Licio Gelli, e con lo stesso Roberto Calvi.

da ansa.it

Nessun commento: