sabato 6 giugno 2009

La Triste Realtà


di Dario Campolo

Tutto è permesso,

Avanti Tutta, il nostro amato Premier va all'attacco di tutti e tutto. Tutto è permesso, tutte le Tv sono pronte ad ospitarlo, comprese quella di Murdoch il suo nemico numero 1, anzi, stando alle parole di Berlsuconi le critiche di questi giorni dei giornali stranieri potrebbero essere alimentate dal magnate austriaco da quando il Governo Berlusconi ha raddoppiato l'IVA a Sky, ma questa potrebbe essere un'altra storia.

Sentire Silvio Berlusconi parlare a ruota libera dal nostro dipendente Vespa senza contraddittorio è vomitevole, dice quello che vuole e senza interruzione, io mi chiedo perché negli altri paese ci si confronta e in Italia NO?

Perché il nostro amato Premier non accetta incontri televisivi con Di Pietro, Franceschini, Pannella, Storace....., perché secondo me perderebbe di credibilità, non a caso le 2 sconfitte con Prodi le ha perse in TV, non a caso le sue strategie sono mirate sull'attacco continuo. e pressante in tv e radio, infatti chi gira molto l'Italia ed ha la possibilità di parlare con le persone comuni che non hanno internet ma solo la TV, vuoi per cultura vuoi per stile di vita e che quindi si basano su ciò che vedono, anzi gli fanno vedere in TV, ed il gioco è fatto. Il Cavaliere in questo è maestro, conosce perfettamente le abitudini e i vizi degli Italiani, capisce quando è il momento giusto di promettere e quando è il momento giusto di non ricordare.

Ad insegnare c'è la storia, Bollo auto mai tolto, bonus famiglia mai dato, ICI tolto al 100% ai redditi alti e si può dire al 30% ai medio bassi perché il restante 70% lo tolse il Governo Prodi, ma ormai siamo arrivati a sentirci dire: che palle sempre la solita tiritera.....lo so, lo capisco, ma gli elettori del centro destra devono anche essere obbiettivi e accettare la verità, così come noi minoranza accettiamo Silvio Berlusconi come Presidente del Consiglio.

Lamentarsi non produce nulla ma parlarne accende i cervelli, i pensieri le idee anzi induce al poter dire: "e se tutto questo fosse vero?"

Ascoltare Berlusconi e non scandalizzarsi può voler dire solo una cosa, accettare la sua idea di Politica, accettare la sua idea imprenditoriale, accettare la sua idea sulla costituzione, accettare la sua idea sulla magistratura, accettare la sua idea di corrompere il prossimo, e sì, le intercettazioni lo dimostrano, al tempo del Governo Prodi quando cercava di far cadere il Governo cercando di comprare senatori come se si trattasse di calcio mercato (Mastella alle Europee nelle liste del PDL) oppure come quando cercava di piazzare le veline tramite Saccà Direttore di Rai Fiction, o ancora meglio quando pagò Mills per dire il falso (vedremo in appello come andrà a finire) e non voglio prendere la trama dei mandanti occulti sulle stragi del 92 perché meriterebbe tutt'altra attenzione.

Spero vivamente che la moglie Veronica Lario affermando la frequentazione di Minorenni e sul cattivo stato di salute del marito Silvio Berlusconi, si trvasse in uno stato di rabbia e che quelle parole pesanti come macigni, dette pubblicamente, siano state solo uno sfogo perché se così non fosse...

In Inghilterra basta poco per far dimettere un ministro per un piccolo scandalo, in Italia insegniamo che è inutile, non esistono dimissioni.

Concludo con un pensiero, l'altra sera da Vespa il nostro sempre amato Berlusconi ha detto che si dovrebbero vergognare quelli della sinistra per averlo accusato di utilizzare i voli di stato in maniera privata perché quando vengono in Italia i premier degli altri paesi, Lui li ospita in Sardegna e provvede a tutto l'occorrente senza chiedere un euro allo stato, anzi, deve provvedere a regali che solitamente non vengono solo fatti all'ospite ma anche chi accompagna l'ospite (mogli, figli...), e non sono regali da poco conto, si aggirano sui 10/20.000 euro, che dire, secondo me con questo messaggio si fa passare l'Italia come uno stato povero e straccione, questa è la politica che a Silvio Berlusconi piace (ricordate il processo Ariosto?), perché non è un caso che tutti premier, grandi premier del passato come ad esempio De Gasperi la politica la facevano con la testa e non con i soldi, inoltre, dovremmo ricordare al Premier che quando è entrato in politica stava fallendo come imprenditore in tutti i settori, e poi? E' rinato....., emhh, scusate dimenticavo che è entato in politica per il bene dell'Italia.

Meditate, gente, meditate.....


Nessun commento: