venerdì 26 giugno 2009

La Farsa del Re


di Dario Campolo

Adesso il complotto sta prendendo forma, dopo la lettera di Giuliano Ferrara seguita da quella di Cossiga il Re passa alla'attacco.

La tecnica sicuramente studuiata da Buonaiuti & C. è non più il silenzio ma l'attacco, ed ecco che "il Giornale" della famiglia di Berlusconi tira in ballo una vecchia storia di incontri "hard" datata 1999 in cui ci infila D'Alema e Cesa.


A parte il fatto che tutto ciò mi sembra un depistaggio ridicolo e innocuo, ma è impressionante la faccia con cui il Re annuncia la sua solidarietà a D'Alema e Cesa, è palese come il Re stia cercando di confondere il popolino che accede alle poche informazioni da lui stesso filtrate e concesse.

E' palese come Mauro Giordano (bambino cresciuto) e "il Giornale" che dirige cerchi di giustificare il suo Padrone, perchè il messaggio che passa (se la storia fosse vera) è che tutti fanno uso di prostitute e\o utlizzano droga e\o fanno uso del loro potere istituzionale per truccare o regalare appalti, ma dai.....questo è pura demagogia... Vogliamo fare di tutta l'erba un fascio? Bene allora scendiamo in piazza come sta avvenendo in Iran.

E' imbarazzante come il Re sgridi il suo Giornale: "L'imbarbarimento provocato da una ben precisa campagna di stampa avrebbe messo in moto una spirale che va assolutamente arrestata. Poichè io ho denunciato aggressioni a mio danno nessuno può pensare che io possa approvare analoghi metodi ed aggressioni nei confronti di chiunque".

Signor Presidente, da cittadino Le dico solo una cosa:

"Si Vergogni!!!

Si dimetta il prima possibile, onde evitarci figure imbarazzanti a livello internazionale e rovinarci quel poco di bel paese che ci rimane.

Se vuole passare alla storia, è arrivato il momento, SE NE VADA!!!

Grazie

Nessun commento: