giovedì 5 febbraio 2009

Ex sindaco leghista condannato per aver stuprato donna rumena

segnalato Antonio Campora

Condannato l’altroieri Roberto Manenti , ex primo cittadino leghista di Rovato, per violenza di gruppo ai danni di una giovane lucciola romena.

Il gup di Verona ha condannato ieri Roberto Manenti, ex primo cittadino leghista di Rovato, grosso centro del Bresciano, per una serie di brutali violenze di gruppo ai danni di una giovane lucciola romena, strappata ai suoi aguzzini durante una operazione contro il racket del sesso sul lago di Garda quasi dieci anni fa.

Ne avete sentito parlare nei Tg? Non mi pare. Ruoli capovolti, il leghista stupra la rumena...Ma a quanto pare la notizia non interessa i grossi media...

Che bel paese l’Italia.

Secondo l’avvocato di Manenti si tratta di "una condanna che si spiega solo come vendetta politica verso il personaggio e sotto la spinta mediatica dei fatti degli ultimi giorni in materia di violenze sessuali. A carico di Manenti infatti non c’è uno straccio né di prova né di indizio, se non la denuncia della vittima che risale a dieci anni fa".

Se davvero è innocente, speriamo che Manenti riesca a provare la propria innocenza.

Se è colpevole, speriamo che paghi fino in fondo la condanna.

Intanto però l’unica cosa certa è che del suo caso non sta parlando nessuno. Le notizie a riguardo bisogna andare a scovarle nella rete, i tg sono troppo impegnati a trasmettere altro.

da agoravox.it

Nessun commento: