martedì 3 febbraio 2009

Diffusioni di Gruppo e Ingiustizie

di Dario Campolo

Allibito è dir poco, ieri sera mentre cenavo con mia moglie e mio figlio ho visto l'intervista agli amici del gruppo di animali che hanno dato fuoco ad una PERSONA (l'Indiano) perché questo è, ancor prima della razza. Ridendo alla domanda del giornalista "ma cosa pensi dell'uomo che i tuoi amici hanno bruciato" uno dei ragazzi intervistato ha risposto "eh eh eh...ma è un marocchino..." vi sembra normale? Oggi non sappiamo più cos'è il rispetto, ma di questo ne parlerò più avanti. Guidonia è diventata famosa per lo stupro di gruppo di immigrati Romeni verso una ragazza Italiana, così come a Trapani è stata violentata un Romena da dei Magrebini o come non dimenticare lo stupratore di Capodanno, o ancora peggio la notizia di oggi che 3 Italiani di 15, 16 e 17 anni hanno violentato una loro coetanea a Trento. Come vedete, ahimè potremmo andare avanti con un elenco interminabile andando a coprire dal più banale pestaggio sino al peggiore dei delitti, secondo me però il problema è un altro, ci tengo prima di tutto a sottolineare che con questa mia analisi non voglio mancare di rispetto a nessuno e soprattuto alle vittime che hanno subito uno stupro o altro ancora, quindi premesso ciò voglio dire che le violenze non arrivano solo da immigrati ma stando a fonti ufficiali i delitti commessi da nostri connazionali sono superiori di gran lunga, con questo non voglio difendere gli immigrati che sbagliano anzi ragione in più di rispedirli al proprio paese per chi sbaglia senza pensarci 2 volte ma fare di tutta l'erba un fascio non è corretto, ci sono tanti e sottolineo tanti immigrati che lavorano onestamente ed hanno una famiglia sana ed educata. Tutto ciò ci tenevo a dirlo perché in questi giorni si parla tanto di razzismo e non solo, perché lo si sta anche manifestando e questo ci deve portare a riflettere, in questo momento io mi trovo in difficoltà nell'educazione da dare a mio figlio perché mi trovo a dovere crescere un bimbo di 2 anni in che modo? educandolo a rispettare il prossimo e non rubare e quant'altro oppure educandolo a difendersi con ogni mezze perché oggi il rischio che si corre è di essere ammazzato o altro ancora? Bé, la risposta me la darò strada facendo ma questo ci porta ad una riflessione non da poco, d'altronde pensate un attimo a ciò che ci circonda:

1) Playstation, Nintendo, e giochi da guerra che portano ad una visione della realtà distorta, ovviamente per i più piccoli.

2) Grande fratello, l'isola dei famosi etcc..., creandoci delle distorsioni lontane anni luci dalla realtà

3) Divertirsi andando a ballare ubriacandosi se non impasticcandosi.

4) Telegiornali e quotidiani d'informazione pilotati, facendoci passare ciò che Vogliono (oggi gli stupri sono la notizia principale, ma pensate fino ad ieri non c'erano?) e quindi spostando l'attenzione dove vogliono spostarla.

5) Un'iniezione di illegalità derivante dagl'intoccabili che ci governano

6) Siamo circondati da corruttori e corrotti, il sistema è questo, quindi...


Potrei andare avanti ma non sarebbe produttivo, ciò che voglio dire è che dobbiamo iniziare a rallentare i ritmi quotidiani e dare peso più al rispetto e ai valori della vita, non è ammissibile leggere che un uomo è stato bruciato, un donna stuprata, un bimbo sezionato per venderne gli organi, non è ACCETTABILE!!!

Chiedo quindi a tutti di iniettare un po' di umanità al prossimo, parte degli sforzi devono arrivare da noi, dalla massa e quindi cominciano a domandarci se chi ci circonda ha bisogno di aiuto o quantomeno cominciamo a guardarci intorno oltre che con gli occhi con il cuore.

Ultimo appunto lo rivolgo al nostro Premier Silvio Berlusconi:

Presidente cominci a dare il buon esempio, annulli il lodo Alfano e si faccia processare non facendo uso dell'immunità creatasi a DOC, questo sarebbe un ottimo inizio di LEGALITA'. Inoltre Presidente mi permetta, prima di giudicare un giudice che applicando la legge fa uscire uno stupratore non per divertimento ma perché deve fare giustizia con la legge e i metodi che il legislatore ha legiferato, pensi a modificare queste leggi che in questo momento suscitano disagio e insicurezza e lasci perdere le intercettazioni che fra l'altro ne hanno permesso l'arresto in alcuni casi perchè Presidente non basta dire come lei ha fatto oggi "errore liberare stupratori in Italia serve certezza della pena", a casa mia questo arteggiamento si chiama "strumentalizzare l'evento", perchè la certezza della pena non c'è già dalla punta della piramide, figuriamoci scendendo.

... e poi come si dice: Mal non fare, Paura non avere.

Nessun commento: