domenica 4 gennaio 2009

Progetto di attentato ai danni del giudice Spadaro

di Maria Loi

Lamezia Terme - Attentato fallito al giudice Pino Spadaro. A far uscire la notizia ieri è stato l’inviato del Sole24ore Roberto Galullo, ma i fatti risalgono al 24 dicembre scorso. Alla vigilia di Natale al magistrato era stato preparato un attentato lungo la strada provinciale catanzarese fallito solo grazie ad una telefonata della moglie. Secondo la Gazzetta del Sud finti poliziotti l’avrebbero dovuto fermare ad un posto di blocco nella periferia della città e quando l'autista avrebbe abbassato il finestrino il magistrato sarebbe stato colpito a morte. Nella macchina blindata c’erano con lui anche le sue due figlie: una di sette anni e l’altra più piccola. Pino Spadaro, presidente di sezione del Tribunale di Lamezia da mesi è nel mirino della ‘Ndrangheta. Il giudice che non ha rilasciato nessun commento alla notizia è stato trasferito in una località segreta finché non ricomincerà il processo in cui come presidente della sezione penale di Lamezia Terme non porterà avanti il processo contro il boss Pasquale Giampà. Gli inquirenti si mantengono cauti sulla possibilità che l’attentato possa riguardare solo Spadaro. Allerta anche su Gerardo Dominijanni, pm del processo che vede Giampà accusato di estorsione.

da antimafia2000.com

Nessun commento: