mercoledì 21 gennaio 2009

Mafia, Partinico: 16 arresti

segnalato da Alberto Berti

Operazione Chartago, due gruppi si contendevano la gestione del racket. Confiscati 2 milioni di beni al boss Nino Rotolo

PALERMO - Avrebbero avuto rapporti con la mafia di New York i componenti dei due gruppi mafiosi che a Partinico si contrapponevano per il controllo delle racket delle estorsioni e degli appalti. È quanto emerge dall’operazione dei carabinieri di Palermo "Chartago" che ha portano all’emissione di 16 ordinanze di custodia cautelare per associazione mafiosa, armi, estorsione e riciclaggio. Secondo il comandante dei Carabinieri, Teo Luzi, questa operazione è il proseguimento naturale di quella "Perseo" e mira a rendere più sicuro il territorio di Partinico, territorio "cerniera" fra la mafia trapanese e quella palermitana. L’inchiesta, coordinata dal Procuratore aggiunto Alfredo Morvillo, era partita due anni addietro. I particolari saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che sarà tenuta oggi presso la sala stampa della Procura della Repubblica di Palermo e che sarà presieduta dal Procuratore Capo, Francesco Messineo.

Confiscati beni per due milioni al boss Nino Rotolo

Beni per oltre 2 milioni di euro sono stati confiscati dalla Guardia di Finanza ad Antonino Rotolo, il capo mandamento della famiglia mafiosa di Pagliarelli, arrestato nell’ambito dell’operazione Gotha. Il provvedimenti di confisca è stato emesso dal tribunale di Palermo, sezione misure di prevenzione. Nino Rotolo è una delle figure chiave nell’organigramma mafioso palermitano, per avere diretto "Cosa nostra" nella città di Palermo, non solo governando le famiglie del mandamento di Pagliarelli ma anche per aver inciso, direttamente, sulla struttura del mandamento di Boccadifalco e di Porta Nuova.

La maggiore e più significativa parte del patrimonio confiscato è costituita dalla villa intestata al figlio Giuseppe, la stessa dove Rotolo scontava la misura degli arresti domiciliari. Proprio in un box di pertinenza sono avvenuti gli incontri tra Rotolo e gli altri associati mafiosi, nel corso dei quali erano state delineate le strategie criminali. Oltre alla villa sono stati confiscate 2 autovetture, e sette polizze assicurative.

da stampa.it

Nessun commento: