lunedì 22 dicembre 2008

Il Buon Governo: Tutto, il contrario di Tutto


di Dario Campolo



Il Buon Governo di Silvio Berlusconi è arrivato al paradosso, i tempi stanno cambiando come anche i fatti. Ci dobbiamo abituare a vedere tutto e il contrario di tutto, vi sareste mai immaginati che il nostro premier un giorno avrebbe fatto la morale al Partito Democratico? Certo in Italia è usanza dire rubano tutti, sono tutti uguali, ma che Berlusconi faccia la morale e non la subisca, già la dice lunga. Fino a poco tempo fa era una virgola nel linguaggio di Berlusconi il dire giudici comunisti, oggi cosa dice a quegli stessi giudici che i comunisti li stanno indagando? Nulla, è arrivata l'ora di cambiare la Giustizia, questo è il momento, non mi sono mai sbagliato, l'altra sera questo ha detto, dobbiamo metterci in testa che la giustizia va cambiata così come le intercettazioni troppo usate, certo, ma i magistrati hanno già fatto sapere che senza sarà impossibile indagare, quindi? Nessun problema, l'obbiettivo è questo, e il momento migliore è adesso che il partito democratico è all'angolo, è debole, ha subito l'abbraccio mortale di Di Pietro così definito da Berlusconi. Ahimè siamo alla frutta, e come se non bastasse sempre Berlusconi ha fatto sapere che è arrivato il momento di cambiare la costituzione e trasformare l'Italia come nella Francia, "il Presidenzialismo", solo così Berlusconi potrà essere come un SOVRANO, comandare e avere poteri che adesso non ha, solo così potrebbe evitare i ricatti degli alleati, ed infatti chi l'avrebbe mai detto che un giorno saremmo finiti nelle mani diplomatiche di Bossi, anzi sperare che Bossi fermi il premier, lo stesso Bossi che voleva dividere l'Italia oggi è diventato il nostro Salvatore, solo lui può fermare il Silvio!!! L'avreste mai detto? Ascoltando sempre il nostro Premier ci si dimentica la crisi, la crisi che nel 2009 ci farà veramente capire cosa ci dovremmo aspettare, la crisi che ha messo in ginocchio tutto il mondo non preoccupa affatto il nostro Premier tanto da indurlo a ragionamenti di cambiamento sulla giustizia e sulla costituzione; e allora mi chiedo: è normale tutto ciò? NO.
L'ultima news del buon governo però è di oggi, arriva dal Ministro Sacconi e riguarda le ore di lavoro, si lavorerà di meno e si guadagnerà di meno ma lavoreremo tutti, certo a parte i precari che non stanno a cuore a NESSUNO, la settimana lavorativa sarà più corta, che strano vero,? Pensate che i comunisti l'avevano proposta negli anni settanta e per non andare tanto lontano Bertinotti qualche anno fa aveva proposto la riduzione delle ore, ma erano parole di comunisti e che oggi il governo Berlusconi fa proprie, la mia sensazione è sempre la stessa: siamo in mano a gente incapace che sta affrontando la crisi in maniera dilettantistica. Vi pongo un esempio semplice, la Fiat mette in cassa perché ha tutte le auto ferme nei parcheggi, non vende, con la proposta di Sacconi cosa dovrebbe fare la Fiat produrre altre auto per parcheggiarle insieme alle altre? Assolutamente no, il problema è affrontare il potere d'acquisto che da gennaio non ci sarà più e che adesso sta resistendo grazie al traino delle vacanze natalizie, gennaio è già un periodo fisiologicamente fermo immaginiamocelo con l'aggiunta della crisi. Non voglio sembrare catastrofista ma realista si, in questo momento ci sarebbe bisogno di un tavolo di crisi formato da tutte le forze parlamentari, maggioranza e opposizione, cercando di rimanere uniti per affrontare questa crisi che solo nel 2009 scopriremo in tutta la sua completezza, solo così ne possiamo uscire. Concludo, suggerendo a tutta la classe politica di dare un segnale forte sulla riduzione dei costi e stipendi che egli stessa comporta, certo sarebbe un goccia d'acqua in un mare ma comunque un segnale, magari portando i loro stipendi da € 15.000,00 a € 7.500,00 mensili, la metà.

In Italy? You Can!!!
Dario Campolo

Nessun commento: