domenica 16 novembre 2008

Il lavoro: ecco i primi

di Dario Campolo


La crisi aumenta e il nostro governo incapace pensa ai giochetti della vigilanza rai per evitare sgambetti al premier, perchè la vigilanza ad un uomo di Di Pietro (come Orlando) darebbe parecchie grane, ma vediamo i primi lavoratori che da domani non avranno più un lavoro:



BASIGLIO - MILANO
: Astrazeneca, multinazionale farmaceutica, annunciato taglio di 315 dipendenti.
ASSAGO - MILANO: già a casa 55 lavoratori (236 in tutta Italia) della Engineering, azienda settore informatico.
ALBINO - BERGAMO: cotonificio Honegger ha annunciato 240 esuberi.
PROVINCIA DI BRESCIA: 180 dipendenti della Franzoni filati di ESINE, 132 della Feltri di MARONE, 260 della Niggeler & Kupfer di CETO, 36 alla Henriette di CASTENEDOLO per un totale di 606 lavoratori dell'area bresciana per i quali sono appena stati annunciati tagli e cassa integrazione.
SAN GIULIANO MILANESE - MILANO. La San Carlo licenzia 19 lavoratori.
SUZZARA - MANTOVA: 160 precari IVECO non riconfermati.
MILANO: la Gabetti ha annunciato il licenziamento di 110 addetti (500 in tutta Italia).
CERIANO LAGHETTO - COMO: mobilità per 230 dipendenti della Rhodia.
JERAGO - VARESE: 90 cassintegrati alla Meccanica Finnord.
TORINO: Motorola 430 licenziati, chiude.
CHIVASSO (TORINO): Dayco 470 licenziati, chiude.

Nessun commento: