lunedì 24 novembre 2008

Il gioco del Cucù

di Dario Campolo

Ormai sta diventando tutto un gioco per il nostro premier, una barzelletta da raccontare davanti a milioni di Italiani, ma vivendo in un paese democratico dobbiamo accettarlo perché la maggioranza lo ha eletto e finché la maggioranza è tale dobbiamo sopportarlo, certo, per tutti quelli come me che non lo hanno votato, o che comunque non ne condividano l'atteggiamento, e nel centro destra cominciano ad essere in molti. Mi preme innanzitutto difendere l'onorevole Di Pietro che in questi giorni è bersaglio di maggioranza e qualche frangia dell'opposizione, Di Pietro è l'unico che in questo momento sta cercando di avvisare del grave problema che il nostro paese ha, naturalmente il tutto passa come uomo malato di giustizia e che ha come sogno ricorrente la galera per il nostro Premier, , tutti i torti non li ha, in Di Pietro non mi riconosco politicamente, ma sicuramente è l'unico che in questo momento sprigiona il fresco puzzo di libertà che manca nel nostro paese e quindi lo sostengo.

Veniamo ai fatti e cerchiamo di analizzare il momento attuale per fare chiarezza su come il nostro premier e governo attuale stanno cercando di contenere la crisi globale attuale e altro ancora:

1) Crolla il tetto di una scuola a Rivoli in provincia di Torino dove muore un ragazzo di 18 anni, effettivamente le scuole in Italia fanno schifo edilizialmente parlando, ma come si dice, in certi casi il buon senso non dovrebbe permettere a nessuno, di destra di sinistra la strumentalizzazione dell'evento triste, ma, esiste sempre un ma, Berlusconi dice che le scuole in Italia sono sicure e dice che quel che è successo è "Fatalità". Che dire, no comment! Sarebbe opportuno che si facesse un giro in tutta Italia (Lui, Berlusconi) per capire se le scuole sono sicure e quanto, non a caso il fatto è accaduto al NORD e quindi non possiamo cadere nel classico errore del mezzogiorno. Ma il mio livello di intolleranza personale nei confronti del nostro governo è quando ieri sera ho visto al TG1 ospite nientedimeno il fido "Bertolaso" capo della protezione civile e sottosegretario alla presidenza del consiglio del governo attuale, pazzesco, lui che è stato in quasi tutti i governi da destra a sinistra, ma mai così in prima persona a difendere il governo attuale e sottolineando che l'attuale ministro Gelmini ha investito 300 milioni per la sicurezza delle scuole in Italia, allora il fido Bertolaso dovrebbe dirmi cosa sono 300 milioni e che peso hanno per sistemare le scuole in Italia sul lato sicurezza, ma è troppo impegnato a spostare la sedia e a far accomodare il premier Berlusconi quando il mercoledì si reca a Napoli per il consiglio dei ministri ormai noto per la spazzatura, e non dico bugie, lo si vede in tutti i telegiornali quando riprendono i 2, ma ovviamente nessuno ci fa caso. Cosa dire, nulla!

2) Elezioni in Abruzzo per la scelta del presidente della Regione, vediamo la scesa in campo del Berlusconi per portare su la paura del giù, dopo Trento non si può perdere, sarebbe un messaggio negativo e quindi via, in prima persona contro il candidato dell'Italia dei Vaori di Di Pietro che insieme al Pd potrebbe vincere. La strategia questa volta è attaccare Di Pietro senza paura, ma come fare? Semplice, dicendo "Nel ’92 la magistratura iniziò un’azione verso i cinque partiti democratici che, pur con molti errori, erano riusciti a garantire per 50 anni progresso e benessere» come dire che nel 92 Di Pietro e il pool di Mani pulite doveva chiudere un occhio sulla corruzione scoperta e fare in modo che il benessere andasse avanti, d'altronde è esplicito che la linea del governo Berlusconi sia questa. Ah dimenticavo che Berlusconi su Di Pietro dice ancora "Di Pietro? E' un uomo di violenza".

3) La crisi? Bisogna affrontarla con ottimismo, e non come quelli di sinistra (comunisti) che ogni giorno disfano il paese con il pessimismo, e conclude "Dico ai cittadini di spendere, bisogna ricominciare a fare acquisti altrimenti si che la crisi ci colpirà", cosa possiamo dire al nostro Premier, nulla, finalmente ha capito come affrontare la crisi.

4) Aiuti alle famiglie, a chi ha il reddito inferiore ai 12.000 euro con un figlio e a chi ha il reddito sotto i 20.000 euro con famiglia numerosa. Qui, mi permetto di dare un consiglio al nostro premier lo vorrei dare, si, Le consiglio di farsi un giro per lo stivale per capire che oggi i veri poveri sono il ceto medio che sta un po' sopra quel reddito citato, e le famiglie numerose le può trovare fra i gli extra comunitari (nulla contro di loro, anzi) perché oggi come oggi la famiglie media italiana si aggira sui 2 figli, inoltre, forse sarebbe stato utile un tavolo di crisi con l'opposizione per affrontare meglio questo tsunami che sta per arrivare, sarebbe bastato come inizio detassare le 13° per dare una boccata d'ossigeno alle famiglie, ma soldi non ce .....per Noi, per le Banche a iosa.

5) Il caso Villari? , dopo l'avvicinamento Di Di Pietro (fallito), De Gregori (riuscito), Orlando (fallito), Villari (riuscito), è complicato risolvere l'enigma, ma come si dice la Tv per Berlusconi è importante.

6) Letta al Quirinale? Direi di si, dice Berlusconi. E allora mi chiedo, ma il Presidente della Repubblica Napolitano, attualmente in carica è morto? no, e meno male, inoltre il mandato non è prossimo alla scadenza, e quindi? Che c'azzecca direbbe DI Pietro. Discorsi senza senso.

7) Alitalia la storia infinita, ma come dice Berlusconi è tutta colpa della sinistra. No comment!! Ogni cittadino è libero di giudicare quello che stiamo vedendo.

8) Berlusconi incontra di nascosto Bonanni della Cisl? Ma no, era una cena personale, chissà perché però Bonanni subito dopo si defila da alcuni scioperi nazionali..... A voi giudicare. La divisione dei sindacati è importante, divisi sono meno forti.

9) Prima con Bush tutto andava bene, adesso che c'è Obama mi sembra abbastanza evidente l'avvicinamento sempre più visibile a Putin, chissà forse un giorno diventeremo tutti comunisti, ma con la C maiuscola e neanche lo sapremo.....e Obama? vedremo se le chiederà qualche consiglio, d'altronde Berlusconi ha detto che è disponibile vista la sua esperienza e la sua età a dargli qualche idea.

10) cucù sono Silvio. L'avete visto? Mi ha fatto veramente ridere, chissà la Merkel cos'avra pensato.


Questi sono alcuni punti, potrei andare avanti ancora per molto ma il web è sempre disponibile per i più curiosi, cerchiamo di cercare sempre le notizie e non accontentiamoci di quelle che ci vengono imposte con le tv/radio nazionali, questo è un progetto strategico per tenere il popolo tranquillo, omicidi, suicidi, la strage di Erba, il delitto di Cogne, i film di natale a porta a porta, tutto è studiato a tavolino per rincoglionirci. Svegliamoci, perché altrimenti faremo la fine del film matrix, ricordate? tutti collegati a un tubo che ci fa immaginare di vivere ma in realtà è tutto un irreale pilotato, riguardatevi il film.

Un ultima sfogo, ma Beppe Grillo dove sei finito? Perché quando c'era Prodi andavi giù pesante, quotidianamente e adesso? i temi sono cambiati, si colpisci ma in modo light, e tutto ciò mi fa pensare molto.

Ovviamente è solo un mio modo di vedere.

Dario Campolo

Nessun commento: